Tutto quello che devi sapere sullo zenzero


Home > Blog > Tutto quello che devi sapere sullo zenzero

Desideri scoprire tante cose nuove su questa “miracolosa pianta”? Allora sei nel posto giusto! 😀

Di seguito scopriremo insieme tutti i benefici del suo rizoma, le sue peculiari proprietà, gli usi (anche poco noti) e tante altre cose che possono migliorare la tua salute! ?

? Le sue origini e la sua diffusione

Lo Zingiber Officinale (anticamente chiamato anche “gengiovo” o con il termine inglese “ginger”) ha probabilmente avuto origine nella flora tropicale delle regioni che vanno dal subcontinente indiano all’Asia meridionale, dove attualmente è concentrata la sua coltivazione (la sola India detiene il 34% della produzione mondiale).

Non a caso lo zenzero è una pianta molto utilizzata in India, dove viene chiamata “mahabheshaj, mahaoush-adhi”, letteralmente: “la grande cura, la grande medicina“. Non stupisce quindi il motivo per il quale lo troviamo citato negli antichissimi testi Ayurvedici “Charaka Samhita” e “Sushrut Samhita”.

In Europa lo vediamo approdare già nel primo secolo, grazie ai commerci tra gli antichi romani e l’India.

Successivamente, dopo il crollo dell’Impero Romano d’Occidente, anche lo zenzero è uscito dalle tavole europee, per poi tornare grazie a Marco Polo, che lo ha riportato dopo il suo viaggio in Oriente. E come lui, successivamente anche Vasco da Gama ha minuziosamente documentato la sua coltivazione e intensificato il suo commercio dall’Asia.

Era diventato presto un bene di lusso, tanto che nel Medioevo, il prezzo di mezzo chilogrammo di zenzero arrivava a toccare quello di una pecora.

La svolta avviene dopo la scoperta dell’America, quando è stato esportato nei Caraibi nel XV secolo, dove ha potuto adattarsi e diffondersi velocemente grazie al clima favorevole.

 

? Le proprietà e i benefici

E’ sotto inteso che il ginger non fa miracoli e deve essere abbinato a uno stile di vita salutare e una alimentazione sana ed equilibrata.

Essendo una pianta consumata da millenni, durante i quali ha avuto solo che apprezzamenti, le sue proprietà e benefici sono molto noti, discussi e valorizzati.

Noi abbiamo cercato di trovarli ed elencarli tutti ma siamo certi che la lista verrà aggiornata con il tempo.

Rizoma di zenzero

I benefici del suo rizoma:

  • Sollievo a breve termine contro nausea e vomito legati alla gravidanza
  • Favorisce la digestione riducendo i gas intestinali e riequilibrando la flora batterica
  • Aiuta a prevenire e curare l’obesità, sciogliendo i grassi
  • Cura la chinetosi
  • Stimola la diuresi aiutando a smaltire le tossine
  • Modula la glicemia e il colesterolo
  • Allevia i dolori alle ossa e riduce le infiammazioni
  • Migliora il sistema immunitario
  • Combatte il raffreddore, la tosse e il mal di gola
  • Cura l’alitosi
  • Potrebbe combattere il cancro alle ovaie: come riferiscono i ricercatori dell’Università del Michigan
  • Regola il livello del cortisolo: studi pubblicati sul Biological and Pharmaceutical Bulletin nel 2004 suggeriscono che lo zenzero ha le potenzialità di inibirne la sintesi (i cambiamenti ormonali e lo stress cronico possono causarne aumenti nel sangue)

Inoltre, lo “Zenzero della Giamaica” viene spesso usato nella medicina tradizionale per gastroparesi, dispepsia, stitichezza, sintomi lenti della motilità e coliche.

Infine, nella Medicina Tradizionale Cinese, viene fatto bollire in acqua (spelato) per poi berne l’infuso durante i giorni freddi, per prevenire e respingere i primi sintomi del raffreddore.

? Si può dimagrire con lo zenzero?

Breve risposta: SI!

 

L’obesità è una dei mali più grandi che affligge il mondo occidentale in questo secolo.

Fa riflettere il fatto che neanche un secolo fa c’era il problema opposto e che lo è tutt’ora in molti Paesi, causa di una disuguale redistribuzione della ricchezza.

Le persone sovrappeso sono aumentate in modo vertiginoso anche in Italia negli ultimi anni, e questo trend non sembra voler cambiare. Attualmente più del 30% della popolazione italiana è sovrappeso (20% dei bambini in età scolare).

Come può il ginger aiutarci a perdere peso e prevenire l’obesità?

La risposta ce la danno le ricerche condotte negli scorsi anni.

In uno studio pubblicato sul Journal of the Science and Food of Agriculture nel 2014, i ricercatori hanno scoperto che i ratti sovrappeso a cui era stato somministrato gingerolo (un composto trovato nello zenzero) erano in grado di perdere peso dopo un periodo di integrazione di 30 giorni. I ratti hanno anche riscontrato miglioramenti dei livelli di zucchero nel sangue e livelli di leptina (composto che frena la fame dando una sensazione di sazietà).

Il risultato di una ricerca pubblicato sull’European Review for Medical and Pharmacological Sciences ha provato che, l’integrazione dello zenzero sui ratti, ha avuto un uguale impatto sulla perdita di peso al popolare farmaco Orlistat. Inoltre, ha causato miglioramenti significativi a livello di colesterolo nel sangue, con alti livelli di colesterolo “buono” (HDL) rispetto al loro livello di base.

Inoltre, come scritto prima, il consumo del rizoma inibisce la produzione del cortisolo, che provoca spesso aumenti di peso e rende difficile la perdita del grasso della pancia.

Essendo lo zenzero una pianta tonica, combatte l’obesità e il sovrappeso.

Tisana allo zenzero

Soprannominata l'”anfetamina commestibile”, la tisana allo zenzero migliora la termogenesi e frena i morsi della fame, come ha dimostrato uno studio condotto da una serie di ricercatori che hanno studiato presso l’ Institute for Human Nutrition, Columbia University, così come confermato da un altro studio condotto su ratti, che è stato pubblicato sul Journal of the Pharmaceutical Society of Japan nel 2008 dal ricercatore giapponese L.K. Han.

Grandioso vero? Ma passiamo al lato pratico.

Per preparare la tisana ti basta seguire i propri gusti:

Preferisci una tisana forte o leggera? Modula la quantità di zenzero a piacimento, ma ti consigliamo di non superare i 15g.

Ti piace il retrogusto di limone o miele? Nessun problema, non sono calorici in quanto una tazza  di tisana (250 ml) con l’aggiunta di miele e limone difficilmente supera le 10 calorie.

Ti consigliamo di bere la tisana 15 minuti prima dei pasti.

Lista degli alimenti che ben si abbinano con la bevanda, se vuoi perdere peso:

  1. Pane integrale, preferibilmente senza zucchero
  2. Mandorle
  3. Limone
  4. Peperoncino di Cayenna
  5. Aglio
  6. Ceci
  7. Frutta fresca
  8. Frutti di bosco
  9. Avocado
  10. Miele

? Lo zenzero in cucina

Analizziamo i suoi valori nutrizionali:

Valori nutrizionali per 100 g di rizoma di ginger (fresco)
Valore energetico (calorie)80kcal
Proteine1,82g
Carboidrati17,77g
zuccheri1,7g
Grassi0,75g
saturi0,203g
monoinsaturi0,154g
polinsaturi0,154g
Colesterolo0mg
Fibra alimentare2g
Sodio13mg
Alcol0g
Come puoi constatare la quantità di grassi, zuccheri e colesterolo è molto bassa, se non nulla. Si capisce quindi perchè è indicato per la perdita di peso e l’abbassamento della glicemia e del colesterolo.

Biscotto allo zenzero

Sembra ieri ma sono passati più di 15 anni dal primo episodio di Shrek! (ti ricordi dell’Omino di Pan di Zenzero?)

Consigli di acquisto, conservazione e assunzione

Dove acquistarlo? Come conservarlo? Quanto bisogna assumerne giornalmente? Domande non tanto scontate.

Quando acquistarlo e come sceglierlo

Oggi non siamo più nel Medioevo, non vi dovete portare dietro la pecora per mezzo chilo di zenzero :’)

E’ acquistabile in qualsiasi supermercato, negozio biologico e qualche sito di ecommerce (anche se in Italia i trasporti degli alimenti, purtroppo non sono ancora ottimali). Lo puoi trovare sotto forma di rizoma fresco, candito e in polvere. Oltre ai vari integratori in forma solida e liquida.

La differenza sostanziale tra le tre tipologie sta nel fatto che il rizoma essiccato in polvere è più concentrato, più facile da conservare e di più lunga durata.

Quando acquisti il rizoma fresco assicurati che sia duro al tatto, senza muffa e strani odori.

Lo zenzero candito è ottimo dopo i pasti. Ma attenzione! Quando lo compri diffida dai conservanti e dall’aggiunta eccessiva dello zucchero.

Gli integratori a base di zenzero hanno invece una quantità di principio attivo superiore e facili da assumere e trasportare. Ti consigliamo comunque di confrontarti con un medico prima di iniziarne l’assunzione (questo vale per tutti gli integratori).

Come conservarlo

Ecco i migliori modi per conservarlo e mantenere le sue proprietà:

  • In frigorifero: asciutto, all’interno di un sacchetto o un contenitore, così da preservarne intatto anche l’aroma.
  • Nel congelatore: tagliato in piccole fette. E’ preferibile consumarlo entro 6 mesi.
  • Sottolio: macinato o frullato e messo sottolio in un barattolo ermetico, va poi depositatelo nel frigorifero.
  • Sottaceto agrodolce/”gari”/pickle (ottimo con il sushi): affetta lo zenzero pelato e mettilo a bollire per 1 minuto. Inseriscilo poi asciugato in barattoli sterilizzati. Porta a bollore l’aceto di riso, sale e zucchero (rispettivamente 1 cucchiaino da caffè e due cucchiai da tavola ogni 100 ml di aceto) e versalo nei barattoli. Potrà essere consumato dopo 3-4 giorni di riposo, preservando il sapore fino a un massimo di 3 mesi.

Assunzioni ed effetti collaterali

Nel caso tu ne faccia un uso giornaliero abituale, è consigliabile un consulto medico nei seguenti casi:

  • allattamento
  • assunzione di farmaci antinfiammatori
  • assunzione di farmaci anticoagulanti e antiaggreganti
  • assunzione di farmaci per calcoli biliari
  • assunzione di farmaci cardiovascolari

Va ovviamente evitata l’assunzione nel caso di allergie note nei confronti dei suoi componenti ed è consigliabile di limitare le dosi di assunzione a 4g al giorno in caso di zenzero secco e 15g nel caso di quello fresco, in quanto un suo consumo eccessivo potrebbe portare ad alcuni effetti collaterali indesiderati, tra cui bruciori di stomaco, gastrite e ulcere .

 

? E nei cosmetici?

Non fa solo bene alla salute ma anche alla tua pelle!

Ti stai chiedendo come? Te lo diciamo subito!

Secondo la ricerca di Mintel GNPD (Global New Products Database), il ginger compare come un ingrediente chiave nei cosmetici schiarenti e prodotti contro la cellulite.

La ricerca ha evidenziato i seguenti casi di impiego:

  • Per la sua linea di prodotti Beauté Initiale per una pelle giovane (25-34 anni), Chanel ha cercato “l’ingrediente antiossidante più completo“, scegliendo lo zenzero blu del Madagascar.

Altri esempi?

 

  • Korres ha lanciato la crema per il sollievo delle gambe e piedi a base di arnica e zenzero, che favorisce la microcircolazione. Contiene olio di zenzero per confortare muscoli e articolazioni doloranti, oltre all’arnica e altri ingredienti classici dell’isola greca come l’olio di mandorle, il rosmarino e l’estratto di semi d’uva. La crema è esente (ovviamente) da parabeni, siliconi, oli minerali e conservanti.

 

  • Come accennato prima, l’azione energizzante dello zenzero è adatta anche alle formule anticellullite. Green People Organic Body Spa, nel Regno Unito ha introdotto lozione cellulite Triple Action Cellulite Lotion con zenzero e myrica per stimolare la circolazione e combattere la cellulite.

 

  • Un altro brand britannico biocompatibile, Nude Skin Care, ha lanciato Smoothing Body Refiner con zenzero fito-attivo, ginkgo, caffè verde, estratto di fico e burro di cupuacu. Il prodotto stimola la microcircolazione, leviga e nutre tutti i tipi di pelle.

Questi ovviamente sono i casi più noti, ma senza dubbio ce ne sono molti altri viste le fantastiche e uniche proprietà di questa pianta!

E tu, cosa ne pensi? Siamo riusciti a incuriosirti e spingerti a includere questa pianta nella tua dieta (e nel tuo beauty case)? Facci sapere nei commenti e condividi queste conoscenze con i tuoi amici sui social! 😉

Facci sapere cosa ne pensi nei commenti!

Send this to a friend